rutaN - Vini naturali

RutaN è rivolto solo al mercato Ho.Re.Ca.

Cerca

Vini

“Il vino deve suscitare emozioni, è uno strumento per comunicare i colori dell’anima e della vita. Un vino che non è capace di suscitare emozioni è morto, inutile. Produrre un vino con metodi naturali significa consentirgli di esprimere tutti gli aromi ed i profumi della terra e dell’uva da cui proviene”.
(Nicolas Joly)

Domaine Melanie Pfister 🇫🇷

La famiglia Pfister può vantare oltre due secoli di storia vitivinicola avendo avviato ufficialmente la propria attività nel 1780 a Dahlenheim, piccolo villaggio localizzato pochi chilometri a ovest rispetto a Strasburgo che può vantare una tradizione enoica millenaria. Infatti, testimonianze evidenziano l’importanza di Dahlenheim per la viticoltura già nel IX secolo d.C. e durante il Medioevo, quando il villaggio divenne un vero e proprio fulcro vitivinicolo. Oggi la gestione del Domaine è in mano all’ottava generazione della famiglia, rappresentata dalla giovane Mélanie, la quale ha preso le redini del Domaine nel 2008 dopo aver terminato gli studi in ingegneria agraria ed enologia tra Bordeaux e Borgogna. Questa talentuosa vignaiola può vantare esperienze presso prestigiose realtà viticole come Zind-Humbrecht, Méo-Camuzet, Cheval Blanc e d’Yquem. Inoltre, Mélanie fa parte dell’associazione “Les DiVINes d’Alsace”, che riunisce le donne produttrici della regione.
Il Domaine Melanie Pfister consiste in 10 ettari di vigneti, di cui ben 9 riservati a vitigni tradizionali a bacca bianca quali Riesling, Pinot Gris (che in realtà è un’uva a bacca grigia), Gewurztraminer, Muscat, Pinot Blanc e Auxerrois, e il restante ettaro destinato al Pinot Noir, in pratica l’unica varietà a bacca nera diffusa in Alsazia. Le piante, curate seguendo i principi dell’agricoltura biologica, integrata dal 2021 con pratiche di biodinamica, beneficiano del fresco clima dell’Alsazia Settentrionale e dei ripidi pendii calcarei dove sono coltivate. Le vendemmie vengono eseguite a mano e le successive fermentazioni spontanee hanno luogo in acciaio così come le maturazioni, con i bianchi sottoposti a lunghe soste sulle fecce fini.
Quelle della cantina Melanie Pfister sono bottiglie di qualità eccellente contraddistinte da notevole purezza espressiva e da una vibrante vena minerale, in grado di trasmettere l’essenza del nobile terroir che ne è alle spalle. I vini bianchi evidenziano una struttura importante e grande finezza, mentre i Crémant si collocano ai vertici dell’AOC in virtù della loro fragranza e della freschezza slanciata.

Visualizzazione di 8 risultati